30 September 2015

MFW day 2: Daniela Gregis fashion show



Il secondo giorno di "fashion week" ho ritagliato un pò del mio tempo, per assistere alla sfilata di Daniela Gregis, tenutasi all'interno dello scenografico Oratorio adiacente alla Basilica di Sant'Ambrogio, che ha fatto da cornice alla semplicità della collezione primavera/estate 2016 della designer.
Ciò che mi ha colpito di questa sfilata sono stati i personaggi che l'hanno interpretata, Infatti, non si trattava di modelli da seguire, ma di persone reali visti in versione rurale. I capi in seta e di cotone naturale avevano quell' allure di effetto vissuto, talvolta presentati in fantasia patchwork. I colori assomigliano un pò a quei paesaggi che giungono a quel momento del tramonto con sfumature cromatiche che vanno dal rosso intenso al blu scuro della notte.
Questa collezione rappresenta un pò un connubio tra la semplicità dal sapore antico e la contemporaneità, vista attraverso la lavorazione dei tessuti.




The second day of "fashion week" I cut a bit of my time, to watch the parade of Daniela Gregis, held within the scenic oratory adjacent to the Basilica of St. Ambrose, which was the setting for the simplicity of the spring / summer 2016 designers.
What struck me about this show were the characters. In fact, it was not role models, but real people seen in rural version. The garments in silk and natural cotton had lived effect, sometimes presented in fancy patchwork. The colors look a little like those landscapes that come to that time of the sunset with shades of colors ranging from deep red to dark blue of the night.
This collection is a bit a combination between simplicity of the ancient and the contemporary world, as seen through the tissue processing.