07 September 2015

Armani / Silos






Circa due weekend fa, ritornata ormai dalle vacanze in quel di Milano, ho deciso di approfittarne e recarmi al nuovo spazio espositivo Armani / Silos, nato dalla ristrutturazione di un magazzino per la conservazione dei cereali, costruito nel 1950. 
Il famoso designer, nonché icona della moda italiana ha scelto questo nome, proprio perché in questo spazio veniva conservato all'epoca il cibo che è materiale per vivere così come per lui, il vestire fa parte della sua vita. 

Questo spazio di 4500 metri quadrati, sviluppato su quattro piani, comprende una selezione di 600 abiti e 200 accessori dal 1980 ad oggi, suddiviso secondo tematiche che hanno ispirato e continuano ad ispirare il lavoro creativo di Giorgio Armani, raccontandone l'estetica e la storia. 
Inoltre con il progetto dell'Archivio Digitale, Armani mette a disposizione del pubblico il proprio archivio, offrendo non solo idee ma da anche la possibilità di ricostruire le fasi di progettazione e il metodo di lavoro dello stilista, attraverso circa 1000 outfit suddivisi per stagioni e collezioni, 2000 capi e accessori, bozzetti, video di sfilata e di backstage, immagini tratte da Emporio Armani Magazine, foto di campagne pubblicitarie iconiche. 







About two weekends ago, now returned from holiday in the Milan, I decided to take advantage of it and go to the new exhibition space Armani / Silos, born from the renovation of a warehouse for the storage of cereals, built in 1950.
The famous designer and fashion Italian icon chose this name, because in this space was stored at the time the food that is material for living as well as for him, the dress is part of his life.

This space of 4500 square meters, spread over four floors, including a selection of 600 dresses and 200 accessories from 1980 to present, divided according to themes that have inspired and continue to inspire the creative work of Giorgio Armani, telling the aesthetics and history.
Also with the Digital Archive project, Armani makes available to the public his own store, offering not only ideas but also the ability to trace the stages of design and method of work of the designer, through about 1000 divided by seasons and outfits collections, 2000 garments and accessories, sketches, video show and backstage, pictures from Emporio Armani Magazine, photos of iconic advertising campaigns.




Cinque rappresentano le tematiche, che hanno definito l'identità dello stilista: Stars, Daywear, Esotismi, Cromatismi e Luce



Five are the themes that have defined the identity of the designer: Stars, Daywear, Esotismi, Cromatismi and Luce.



Stars
Non c'è donna o uomo di talento, che non abbia indossato una delle creazioni o che sia entrato a contatto con l'universo di Giorgio Armani. Un legame stretto unisce lo stilista al cinema dal momento in cui Diane Keaton indossò nel 4 Aprile 1978 una giacca Armani per l'Oscar nella sua interpretazione in "Io e Annie".



There is no woman or man of talent, who has not worn one of the creations or have entered into contact with the universe of Giorgio Armani. A close bond joins the designer to the movies from the moment Diane Keaton wore in the April 4, 1978 an Armani jacket for an Oscar in her role in "Io e Annie."



Daywear
La giacca rappresenta il capo fondamentale per il giorno, secondo lo stilista che ne mantiene un concetto androgino pur conservando il gusto della femminilità ed eleganza. I colori sono neutri ed i tessuti rivisitano la tradizione maschile come la lana spazzolata. 
Una fusione, dunque, tra elementi rigorosi della sartoria maschile con la morbidezza di quella femminile.



The jacket is the key leader for the day, according to the designer who keeps an androgynous concept while retaining the taste of femininity and elegance. The colors are neutral and fabrics revisit the male tradition as brushed wool.
A merger, therefore, between elements of the strict masculine tailoring with the softness of the female.




Esotismi
Nei suoi vestiti si percepisce una forte influenza dalle culture non occidentali, che si ritrova nei caffetani africani, pigiami e gonne indiani, camicie Punjabi senza colletto, lunghe tuniche pakistane e nelle gonne drappeggiate ispirate ai sarong del Sud-est asiatico. 
Infatti, di fianco ai codici tradizionali dell'abbigliamento legato alla distinzione dei generi (vedi giacca, completo pantalone e power suit), Armani crea capi che sottolineano un'intensa femminilità attraverso il floreale e le trasparenze.





In his clothes you can feel a strong influence from no West cultures, which is found in African caftans, skirts and pajamas Indian Punjabi collarless shirts, long tunics Pakistani and draped skirts inspired by the sarong of South-East Asia.
In fact, next to the traditional codes of clothing linked to the distinction of genres (see jacket pantsuit and power suit), Armani creates clothes that emphasize femininity through an intense floral and transparencies.





Cromatismi
Noto per l'utilizzo di una palette cromatica neutra, Armani ama usare il nero assoluto lucido, liscio o opaco oppure accostato a colori primari, quali il bianco dando vita a disegni geometrici o al rosso declinato nella sua versione corallo ed infine al blu violaceo. 
Il nero si stempera anche nei minuscoli disegni o nelle fantasie giganti o negli stampati dal grafismo evidente. 



Known for the use of a neutral color palette, Armani likes to use absolute black shiny, smooth or matt or matched with primary colors, such as white creating geometric designs or declined in its coral red and finally to purplish blue.
Black dissolves even in tiny designs or patterns printed by giants or in evident graphism .


Luce
Ciò che più mi ha colpito dell'esposizione è senza dubbio la dimensione eterea negli abiti di Giorgio Armani, ottenuta da strati su strati di tessuto trasparente, come organza, chiffon e tulle e dalla gamma cromatica delle tinte tenui come il bianco appena rosato in sfumature nude, riflessi di perla e trasparenze di platino ed argento. 
Gonne e corpini vengono talvolta adornati con un intrico di perline ricoperto da tulle che attenua l'effetto del nudo, aggiungendo un senso di mistero ed eleganza.



What struck me most of the show is undoubtedly the ethereal dimension in the dresses of Giorgio Armani, obtained by layer upon layer of transparent tissue, such as organza, chiffon and tulle, and the color palette of soft colors like white just pink in shades nude, pearl reflections and transparencies of platinum and silver.
Skirts and bodices are sometimes adorned with a tangle of beads covered with tulle cushioning effect of the nude, adding a sense of mystery and elegance.