14 February 2013

Live, Laugh but first of all LOVE...



February 14. A day like any other, but that can divide the world into two camps, that of the romantics and the hardened 
cynics
. I place myself in the middle. I'm not one of those people who have to celebrate with loved ones and much less think it needs to wait for this fateful day, to show our love in the form of chocolates, candlelight dinners, flowers, surprises and tearful statements or gifts expensive as an ordinary jewel. But I believe in love or at least try to convince me that there are still those real emotions, that make your heart beat a thousand, make you fragile and completely lost for one other half that completes you and makes you happy with for a look or smile. But beware, my concept of love has nothing to do with fairy tales, Prince Charming or "happily and forever lived." I strongly believe in the moments, those that lived intensely and without knowledge of logic and rationality. I believe in crazy, passionate and unpredictable love... that leaves you awake at night with your heart in  throat and a lot of thoughts and questions that you can not find a solution. Maybe it's my being a dreamer, which leads me to think in this way and clash with reality, in which stands the skepticism and materialism, and where people are no longer true and are convinced of love when in fact they are carried away by habits, but the only way I believe you can love a person deeply is to live it every day and it does not matter how or maybe a saying "I love you" ... I do not think a concept can be expressed in two unique and simple sentences, and then what does it matter if in the future there will be not necessarily an "happy ending"? It is true, the biggest fear is perhaps the one to let go for something completely uncertain and that it will eventually hurt ... but what really matters is to have lived and felt experience, which has left a sign, positive or both negative and be willing to get up and try again in case of a fall ... because basically love means above all to take the risk!

Happy Valentine's Day to you all!
Fabiana






14 Febbraio. Un giorno come tanti, eppure che riesce a dividere il mondo intero in due fazioni; quella dei romanticoni e dei cinici incalliti. Io mi pongo nel mezzo. Non sono una di quelle persone che deve necessariamente festeggiarlo con la persona amata e ne tanto meno credo che bisogni aspettare questo fatidico giorno, per dimostrare il nostro amore sotto forma di cioccolatini, cene a lume di candela, fiori, sorprese e dichiarazioni strappalacrime o regali costosi, come un banalissimo gioiello. Però credo nell'amore o almeno provo ad auto-convincermi che esistano ancora quelle emozioni reali, che ti fanno battere il cuore a mille, ti rendano fragile e completamente perso per quell'altra metà, la quale ti completa e ti rende felice con un solo sguardo o sorriso. Però attenzione, il mio concetto d'amore non ha niente a che fare con favole, principi azzurri o "vissero per sempre felici e contenti". Credo fortemente negli attimi, quelli vissuti intensamente e senza cognizione di logica e razionalità. Credo nell'amore folle, passionale ed imprevedibile...quello che ti lascia sveglia di notte con il cuore in gola e tanti pensieri e domande a cui non trovi una soluzione. Magari è questo mio essere sognatrice, che mi porta a pensarla così e a scontrarmi con una realtà, nella quale primeggia lo scetticismo ed il materialismo e dove le persone non sono più vere e sono convinte di amare quando in realtà si lasciano trascinare dall'abitudine, ma l'unico modo in cui credo si possa amare una persona intensamente è quello di viverla giorno per giorno e non è importante in che modo o pronunciando magari un  "Ti amo"...non credo sia un concetto esprimibile in due uniche e semplici frasi e poi che importa se in futuro non ci sarà necessariamente un "happy end"? Si è vero, la paura più grande è forse quella di lasciarsi andare completamente per qualcosa di incerto e che possa poi ferire...ma ciò che conta davvero è di aver vissuto e provato un'esperienza, che abbia lasciato un segno, positivo o negativo che sia ed essere disposto a rialzarti e riprovare in caso di caduta...perchè in fondo l'amore vuol dire sopratutto rischiare!

Buon San Valentino a tutti voi! 
Fabiana




























Images via Tumblr